Come e perché realizzare un video tutorial aziendale

Un video tutorial aziendale è un video di breve durata – compresa di solito tra i 3 e i 15 minuti – attraverso il quale un’azienda fornisce agli utenti una serie di istruzioni per svolgere un’attività o un compito o per trasmettere informazioni su un tema in linea con il core business del marchio. I video tutorial sono strumenti che gli utenti utilizzano per acquisire competenze, ma sono anche, dal punto di vista del producer, un mezzo estremamente efficace per farsi conoscere, rafforzare la propria immagine online e, se pure in modo diretto, per vendere.

LEGGI ANCHE: Brand Identity: che cos’è, come idearla, perché è fondamentale per un’azienda

Perché realizzare un video tutorial

I video sono i contenuti che, ad oggi, garantiscono la maggiore efficacia sul web, sotto ogni punto di vista: viralità, tempo di permanenza sulla pagina, riconoscibilità da parte degli utenti, posizionamento sui motori di ricerca. Attraverso campagne di video marketing, un marchio può aumentare in modo esponenziale la forza della propria immagine. I tutorial sono una tipologia di video che offre ulteriori vantaggi: prima di tutto, essi si rivolgono a un pubblico specifico, targettizzato, interessato alle tematiche ( e quindi, potenzialmente, anche ai prodotti e servizi) proposti dall’azienda. Attraverso una guida online, un’azienda può mettere in evidenza il proprio know how, e farlo in modo diretto, mettendolo a disposizione del proprio pubblico. Gli utenti, attraverso i tutorial, imparano a conoscere, riconoscere e ad apprezzare le competenze di un brand, sviluppando anche una sorta di affezione per il marchio. Affezione che può essere facilmente trasformata in una leva di vendita.

Analizzare il mercato… e se stessi

Pianificare una strategia di comunicazione basata sulla realizzazione di video tutorial aziendale significa, prima ancora di operare concretamente per lo sviluppo della clip, analizzare accuratamente lo scenario di partenza. Per prima cosa, occorre avere chiaro il proprio target: volete sviluppare video per gli addetti ai lavori o per i semplici appassionati? Credete sia più opportuno adoperare un gergo tecnico o usare parole comprensibili a chiunque? Ritenete appropriato approcciarvi all’editing video con un piglio ironico o è meglio optare per la compostezza? Prima di ogni altra cosa, è necessario avere ben chiaro chi siete e come volete apparire agli occhi di chi guarderà i vostri video.

Scegliere gli argomenti giusti

Altra attività che precede la realizzazione fattuale del/dei video tutorial è quella della scelta degli argomenti di cui trattare. Ovviamente, la video guida si pone l’obiettivo di rispondere a domande che solitamente la gente si pone. Il tutorial deve offrire un reale servizio di pubblica utilità, non deve essere fine a se stesso, non deve meramente esaltare le abilità dell’azienda. Come procedere? Esistono molti modi, ma la cosa migliore è attingere direttamente alle opinioni e ai quesiti del vostro pubblico, navigando sui forum di settore, sulle pagine social, sulle FAQ del vostro sito e su quelle dei vostri competitor. A quel punto, occorre domandarsi: quale sono le perplessità più ricorrenti? La mia azienda sa fornire risposte adeguate? Si tratta di un tema di interesse generale? Se la risposta a tali domande è affermativa, si può passare all’ideazione del video.

LEGGI ANCHE: Storytelling aziendale: cos’è e perché fa la differenza

Conoscere le proprie risorse

Le idee sono certamente fondamentali per la realizzazione di un video che funzioni, ma servono anche le risorse per concretizzarlo. Risorse che sono di tipo economico, tecnico e legato alle competenze. Dal punto di vista economico, non è detto che occorrano budget stratosferici: se l’idea è vincente, bastano anche una camera fissa e un esperto abile a porsi davanti all’obiettivo, oltre a discrete capacità di montaggio. Altri progetti devono sempre tenere in considerazione le possibilità di spesa: è meglio non strafare e realizzare video che siano commisurati alle proprie possibilità, altrimenti si rischia l’effetto parodia, che sarebbe un vero e proprio boomerang per l’immagine dell’azienda. Forse ancora più importante è la valutazione delle proprie competenze: se un tema è di stringente interesse, ma in azienda non esistono professionisti in grado di rispondere in modo esaustivo alle domande degli utenti, è meglio lasciar perdere e scegliere qualcosa di maggiormente in linea con le proprie abilità aziendali. Il video tutorial, ricordiamo, ha nella capacità di porre in evidenza le competenze di un marchio il proprio punto di forza principale; ciò significa che devono essere scelte tematiche in cui l’azienda è realmente esperta e capace di soddisfare i dubbi e le perplessità degli utenti, anche quelle che verosimilmente verranno poste nella sezione dei commenti.

19th Agosto 2019

Tags: , , , , , ,