Comunicato stampa: come utilizzarlo per fare marketing

Il comunicato stampa è uno strumento di comunicazione aziendale efficacissimo in ambito pubbliche relazioni e digital pr e adatto per promuovere attività, eventi e nuovi prodotti relativi a un’azienda. In quanto strumento di divulgazione, esso non può che rivelarsi anche un potente mezzo per la diffusione del brand nel suo complesso e può essere impiegato con risultati più che significativi per diffondere e consolidare l’immagine di un marchio. Per avere successo, però, è bene approcciare il mezzo di comunicazione nel modo giusto, evitando il rischio di impiegarlo per funzioni che non gli competono.

LEGGI ANCHE: Digital PR consultant: chi è, di cosa si occupa

Comunicato stampa: che cos’è, a cosa serve

Il comunicato stampa è un testo che viene redatto da organi pubblici o aziende per diffondere una notizia in modo ufficiale. Nel caso delle attività business come appunto le aziende, esso è spesso impiegato per creare interesse intorno ad eventi aziendali o all’uscita di nuovi prodotti, i quali possono avere interesse di portata generale. Si tratta di un contenuto scritto secondo un’impostazione giornalistica, ovvero che mira a fornire informazioni il più possibile oggettive; ciò nonostante, il CS è anche, indubbiamente, uno strumento di branding, poiché permette di dare ampia visibilità a una notizia e al soggetto interessato, ovvero l’azienda stessa e i suoi beni/servizi.

Quando scrivere un CS: la notiziabilità

Quando è opportuno utilizzare il comunicato stampa? Per rispondere a questa domanda occorre fare riferimento al concetto di notiziabilità: un’informazione può essere meritevole di emanazione di un CS se ha una portata di interesse presso il pubblico di riferimento. Ad esempio, l’uscita di un nuovo prodotto con caratteristiche innovative ha una portata di notiziabilità per il target di riferimento; un evento che coinvolge la comunità è parimenti interessante e meritevole della redazione di un comunicato. Al contempo, il CS permette di aumentare la visibilità e la credibilità del prodotto stesso.

Comunicato stampa: come divulgarlo

Solitamente, il comunicato stampa è rivolto agli operatori dei media i quali, a loro volta, una volta ricevuto il contenuto decidono se e in quali modalità diffonderlo. Il CS viene pubblicato tramite mezzi online e del cartaceo, attraverso siti web, blog, giornali online e della carta stampata, tv e radio. Ovviamente, maggiore è la copertura garantita al contenuto e maggiore sarà anche la visibilità che esso permetterà di acquisire.

LEGGI ANCHE: Comunicazione aziendale: che cos’è e come definirla

Perché un Comunicato stampa: punti di forza e vantaggi

Il comunicato stampa è a tutti gli effetti un articolo di giornale. In quanto tale, esso deve essere strutturato come segue: un titolo che fornisca le informazioni fondamentali, un occhiello (il sommario) che integri il titolo offrendo informazioni più specifiche, quindi l’articolo stesso. Il primo paragrafo deve immediatamente rispondere a tutte le domande chiave relative alla notizia (le classiche 5W): chi, cosa, dove, quando e perché (cui si aggiunge il “come” (how in inglese). La parte successiva può essere impiegata per dare approfondimenti più specifici sull’oggetto trattato. Qui, però, l’azienda può anche fornire informazioni su stessa, ribadire la propria posizione sul mercato, raccontare la sua storia e i suoi valori. La forza del CS sta anche lì, nella possibilità di dare lustro e risalto a un brand e alle sue iniziative, mantenendo al contempo un’impostazione obiettiva e, in quanto tale, credibile e che non dia l’idea di un prodotto editoriale squisitamente pubblicitario.

30th Marzo 2020

Tags: , , , , ,