Comunicazione aziendale: che cos’è e come definirla

comunicazione aziendale cos'è

La comunicazione aziendale è ciò che definisce e configura il rapporto tra la brand image di una marca e il proprio pubblico di riferimento. Esattamente come accade per le persone, il modo in cui un’azienda comunica, si esprime e si racconta è un elemento fondamentale per delineare la sua identità, la sua filosofia, la sua personalità. Alla luce di questo, è evidente che la scelta del tono di voce e delle modalità comunicative di una marca sono fondamentali per costruire un’immagine credibile ed efficace.

LEGGI ANCHE: Come scegliere il Tone of Voice adatto al proprio brand

Comunicazione aziendale: a cosa serve

Spesso si tende a confondere o a unificare il concetto di comunicazione aziendale con quello di marketing. In realtà, ovviamente, sono due cose differenti e distinte. La comunicazione aziendale, infatti, non si struttura solo con finalità di promozione e di vendita, ma ha che fare con tutti gli aspetti dell’organizzazione di un’impresa, sia essa una multinazionale o una piccola realtà a gestione famigliare. La comunicazione aziendale disciplina l’approccio comunicativo interno ed esterno e richiede uno stile coerente in tutti i propri interscambi, siano essi orientati ai propri dipendenti, alla sponsorizzazione di un servizio/prodotto, alla gestione dei rapporti con la stampa e con le attività di pubbliche relazioni e di digital Pr: tutto ciò che interessa la comunicazione di un marchio, per qualunque scopo essa venga impiegata, ha a che fare con la comunicazione aziendale. Il modo in cui un marchio ‘parla’ è parte integrante del modo in cui esso ragiona, della sua filosofia, della sua identità.

Raccontare la propria politica aziendale

Una comunicazione di marchio efficace si pone un obiettivo fondamentale: la chiarezza. Ma cosa intendiamo, nel concreto, con ‘chiarezza’? Significa strutturare un tipo di comunicazione capace di trasmettere i valori fondanti del brand, sia che ci si rivolga ai propri clienti, sia che si parli della comunicazione interna all’azienda stessa. L’identità di un marchio si definisce partendo dai suoi valori, dalla sua filosofia, elementi che solo una comunicazione d’impresa compatta e lineare può descrivere in modo univoco. Un’impresa può puntare su aspetti quali affidabilità, tradizione, continuità; in quel caso, la comunicazione dell’azienda avrà probabilmente uno stile sobrio, un certo modo di raccontare se stessa e i suoi valori, determinate scelte grafiche relative a colori aziendali, logo, font utilizzati sui propri canali. Viceversa, l’impresa può orientarsi su una filosofia che poggia su innovazione, dinamismo, versatilità; certamente, la comunicazione aziendale sarà in linea con uno stile specifico, ad esempio enfatico e grintoso o ironico e scanzonato.

Comunicazione olistica

Il concetto di coerenza, già ribadito nel corso di questo articolo, assume nella comunicazione aziendale un ruolo chiave: oggi più che mai, ci troviamo ad avere a che fare con una pluralità di canali, digitali e non: sito web, social network, newsletter, blog aziendale, brochure, flyer, spot tv e radio, ecc. Ogni mezzo possiede proprie peculiarità e richiede un modo diverso di approcciarsi ad esso. Ad esempio, i social invitano a mantenere un approccio leggero e attrattivo, il sito web impone una comunicazione più istituzionale. Tuttavia, la comunicazione aziendale di un marchio deve configurarsi come unica, fedele a se stessa, coerente appunto. Il pubblico deve poter riconoscere in ogni atto comunicativo dell’impresa quei valori che essa manifesta e che circoscrivono la propria identità, una comunicazione di tipo olistico.

LEGGI ANCHE: Brand identity, brand image, brand awareness: facciamo chiarezza

Comunicazione aziendale: finalità

A che serve, dunque, strutturare una comunicazione aziendale coerente e fedele all’identità di un brand? Oggi più che mai, le scelte d’acquisto che noi consumatori effettuiamo ogni giorno sono dettate da un forte simbolismo: dal cibo che consumiamo ai vestiti che indossiamo, dall’auto agli arredi di casa, fino agli eventi cui decidiamo di partecipare, il modo in cui noi spendiamo esprime noi stessi. Per tale ragione, un marchio non vende semplicemente prodotti e servizi, bensì propone una propria visione del mondo, si fa portavoce di una serie di valori che corrispondono a quelli di una certa parte di pubblico. La comunicazione aziendale è ciò che permette a ogni impresa di raccontare se stessa, di esprimere la propria prospettiva sul mondo. Se ciò non accade, il consumatore non ha elementi attraverso cui identificarsi, non può creare un’associazione tra la propria personalità e quella del marchio e dei suoi prodotti: di conseguenza, non è motivato all’acquisto.

2nd Dicembre 2019

Tags: , , , , , ,