Facebook Vs. Instagram: dove investire per la tua promozione social

Facebook Vs. Instagram: quando si pianifica una strategia di comunicazione social per la propria azienda, forse la primissima domanda che ogni operatore del settore si pone è se sia preferibile investire il proprio budget sul social network per eccellenza, ovvero Facebook, o se sia invece più opportuno destinare le proprie energie, economiche e di tempo, sulla piattaforma per la condivisione di foto e video nata nel 2010 e acquistata dalla stessa holding Facebook Inc. nel 2012. Diciamo subito che non esiste una risposta univoca al quesito: ogni caso deve essere valutato singolarmente a seconda della tipologia di prodotto/ servizio, al target e ad altri fattori.

LEGGI ANCHE: Whatsapp business: come funziona e perché è utile per le aziende

Facebook Vs. Instagram: il target

Il primo aspetto a cui fare riferimento per scegliere tra Facebook e Instagram è il target, ovvero il pubblico a cui ci si rivolge. Per orientarsi, diciamo che Facebook e una piattaforma frequentata da un pubblico più trasversale ed è la scelta più indicata se il vostro bacino di potenziali utenti ha un’età superiore ai 35 anni e, ancor più, se vi rivolgete a un target di 40-50enni. Instagram è invece la piattaforma dei giovani e giovanissimi, ideale per veicolare contenuti destinati agli under 30. Non ci sono invece particolari distinzioni in base al sesso: uomini e donne si distribuiscono in maniera uniforme su entrambi i social.

Facebook Vs. Instagram: la tipologia di contenuti

Altra distinzione chiave tra il funzionamento di Facebook e quello di Instagram sta nella tipologia di contenuti proposti: molteplici quelli del primo social, specifici quelli del secondo. Facebook, infatti, permette di condividere testi, immagini, video, consente di creare eventi, pagine e gruppi. Instagram ha una struttura molto più asciutta e punta prettamente su immagini e video di breve durata, le parole sono confinate in uno spazio secondario, come didascalie a corollario della foto. Dunque, se volete promuovere, ad esempio, un blog, Facebook potrebbe rivelarsi la scelta più idonea; non c’è nulla meglio di Instagram, invece, per dare visibilità al vostro studio fotografico.

Facebook Vs. Instagram: le interazioni

La vera forza dei social network – e del social media marketing – sta nella possibilità di interagire direttamente con il proprio pubblico, il quale può esprimersi tramite commenti, likes, messaggi privati. Facebook è una piattaforma generalista, in cui spesso può risultare complicato selezionare il proprio target e che incentiva la viralità dei propri contenuti anche tramite le condivisioni da parte degli altri utenti. Nel caso di Instagram, è più semplice selezionare il proprio pubblico, e ciò deve essere fatto anche attraverso una comunicazione coerente e scelte editoriali capaci di parlare a una platea ben definita, considerando anche che sulla piattaforma non è possibile né condividere i post altrui né postare link che rimandano a pagine poste all’esterno del social network.

LEGGI ANCHE: Le 5 regole auree per gestire una pagina Facebook aziendale

Facebook Vs. Instagram: integrare i due social

La terza via è quella dell’integrazione tra i due social network. Come detto, Facebook e Instagram fanno parte della stessa società, Facebook Inc., che fa capo a Mark Zuckerberg e che include anche l’app di instant messaging WhatsApp. Per tale ragione, sono state predisposte delle funzioni che permettono di integrare i contenuti pubblicati su Facebook anche su Instagram con un semplice clic. Tale approccio, però, deve essere gestito in modo accurato e tenendo presente che si tratta comunque di due piattaforme differenti, che offrono soluzioni e funzioni diverse e che impongono una scelta strategica ben distinta. Alcuni contenuti possono andare bene per Facebook e non per Instagram e viceversa; il consiglio, dunque, è di prendere a riferimento uno dei due social media e investire tempo e risorse per implementare su di esso una strategia specifica, dedicando all’altro social tempo e risorse residui. Almeno che, ovviamente, non abbiate la possibilità di strutturare due diverse strategie, ugualmente mirate ed efficaci. Meglio gestire bene una singola piattaforma piuttosto che essere presente ovunque, ma in modo disarticolato.

26th Agosto 2019

Tags: , , , , ,