Google My Business: come funziona e quali vantaggi offre

cos'è Google my Business

Google My Business è uno strumento offerto gratuitamente da Google a tutte le aziende e rappresenta una risorsa fondamentale per tutte le attività che vogliono consolidare la propria presenza e farsi trovare dagli utenti online. Si tratta infatti di una suite di servizi, tutti direttamente collegati a Google, che permette a chi gestisce un’azienda di gestire in modo diretto le informazioni sui propri servizi e il rapporto con gli utenti.

LEGGI ANCHE: Marketing su YouTube: come monetizzare il proprio canale

Google My Business: contatto diretto con i clienti

Google My Business è nato nel 2014 partendo da un concetto fondamentale: l’importanza di mettere gli utenti al centro della comunicazione delle aziende e permettere ai primi di accedere a un canale immediato, attendibile e bidirezionale. Attraverso Google My Business, infatti, è lo stesso proprietario dell’attività (o chi per lui) a gestire in toto le informazioni che vengono fornite: orario di apertura e di chiusura, giorni di riposo, servizi offerti, contatti, ecc. In tal modo, chi naviga su Google in cerca di informazioni può contare su un canale credibile poiché è la stessa a attività ad amministrarlo in modo del tutto autonomo.

Canale diretto e bidirezionale

Dicevamo che Google My Business è un canale bidirezionale. È esattamente così e ciò rappresenta un ulteriore valore aggiunto sia per chi eroga servizi e sia per i fruitori. Gli utenti, infatti, tramite la suite di Google possono rilasciare recensioni, esprimere un giudizio, fornire consigli a chi gestisce l’attività e quest’ultimo ha la possibilità di interagire, di rispondere, di acquisire informazioni sulla percezione che il pubblico ha dei servizi erogati, misurare il livello di soddisfazione, individuare eventuali criticità del proprio sistema aziendale.

Google My Business e la SEO

In ottica SEO, Google My Business è uno strumento chiave. Quando un utente cerca il nome di un’attività su Google, infatti, egli visualizza direttamente la scheda del negozio, senza neppure accedere all’interno del sito aziendale. Alla destra del motore di ricerca – su desktop – o in cima ai risultati – da mobile – l’utente visualizzerà tutte le info di cui ha bisogno. GMB si configura così come una risorsa fondamentale per la SEO locale, soprattutto per le attività commerciali che operano a contatto diretto con la propria clientela.

LEGGI ANCHE: SEO Specialist: chi è, cosa, fa, come diventarlo

Come attivare Google My Business

Google My Business è uno strumento intuitivo e semplice da gestire che richiede, per la sua implementazione, di un account Gmail. A quel punto, è sufficiente seguire la procedura guidata compilando con i propri dati personali: nome attività, indirizzo, settore commerciale, dati di contatto e indirizzo. L’account sarà così attivo e sarà possibile accedere alla suite completa, che include anche l’area di reportistica con i dati aggiornati relativi a visualizzazioni ottenute e ricerche effettuate dagli utenti. Inoltre, è possibile attivare annunci pubblicitari locali, gestire la chat con gli utenti, caricare post, foto e video.

23rd Giugno 2020

Tags: , , , , ,