SEO on-page: gli interventi da fare sul proprio sito per posizionarsi su Google

 

Quando parliamo di SEO on-page facciamo riferimento a tutti gli interventi e le strategie che effettuiamo direttamente su un sito web al fine di migliorare il suo posizionamento sui motori di ricerca e in particolare su Google. La SEO on-page, dunque, interessa i contenuti testuali e multimediali di un sito web, la sua struttura, la sua velocità di caricamento, i link interni e numerosi altri fattori, i quali influiscono massimamente sul posizionamento organico. Scopriamo quali sono gli aspetti più importanti della SEO on-page e come ottimizzarli al meglio.

LEGGI ANCHE: Sito web aziendale: come costruire una piattaforma efficace

I contenuti testuali

Ormai è da anni che, in ambito SEO (e non solo), circola il modo di dire Content is the King, ‘il contenuto è il re’. Quando parliamo dei contenuti testuali di un sito web e della sua corretta ottimizzazione, si apre un capitolo estremamente vasto e che meriterebbe un approfondimento a parte. Ottimizzare i testi di un sito web non significa semplicemente selezionare le parole chiave più adatte e inserirle all’interno della pagina, occorre infatti un approccio ben più analitico e capace di tenere in conto le esigenze e le aspettative dell’utente. Un contenuto SEO oriented, infatti, è in grado di soddisfare pienamente le esigenze del lettore; ciò significa fornire informazioni precise e dettagliate, esponendole in una forma facilmente accessibile, evitando forzature SEO (keyword stuffing) e ponendo attenzione a refusi ed errori grammaticali. Come si scrive un contenuto testuale adatto alla SEO? Pensando prima di tutto ai bisogni dell’utente!

I link interni

Una buona architettura di link interni permette all’utente di muoversi all’interno di un sito web in modo funzionale e intuitivo. Chi utilizza la piattaforma deve essere guidato verso le informazioni e i servizi di cui ha bisogno e nel minor numero di click possibile. Un sito web bene organizzato da questo punto di vista, abile a offrire approfondimenti e funzioni aggiuntive, semplice da interpretare per chi lo naviga si dimostra pensato per la user experience. Ciò permette inoltre di migliorare due parametri: il tempo di permanenza sul sito e il numero di pagine visualizzate per sessione, due dati non esattamente irrilevanti.

La user experience

Parlavamo di user experience, un fattore che merita certamente un approfondimento a parte. Si tratta di un tema estremamente ampio e che potremmo riassumere come l’esperienza di navigazione di un utente. Essa tiene in considerazione una molteplicità di aspetti: la velocità di caricamento di una pagina, l’affidabilità dell’hosting web, l’ottimizzazione del display per i motori di ricerca, un design funzionale e apprezzabile, l’assenza di banner invadenti e che ostacolano la navigazione. Mettere a punto ogni aspetto in questione significa permettere a chi usa il sito di vivere un’esperienza di navigazione piacevole e agevolare il posizionamento del sito web.

Https e GDPR

Un sito deve essere a norma anche sotto il profilo normativo. Particolare attenzione oggi deve essere riservata alla gestione dei dati degli utenti. Nello specifico, è fondamentale che il sito web presenti il protocollo https – e non l’ormai desueto http – poiché è una rassicurazione sulla corretta gestione dei dati sensibili, soprattutto nel caso in cui la piattaforma permetta l’acquisto diretto (e il conseguente inserimento di dati di credito). Altro e tanto cruciale è che il sito web sia in regola con le direttive imposte dal GDPR.

LEGGI ANCHE: E-commerce o sito vetrina: come fare la scelta giusta

Pensare all’utente

Volendo trarre una regola generale, ottimizzare la SEO on-page di un sito web significa fondamentalmente una cosa sola: pensare alle esigenze dell’utente. Tutto ciò che facilita la navigazione piace a Google e piace a chi utilizza il sito. Dal design alla scelta del font del testo, dall’inserimento di immagini accattivanti all’uso di un menu di navigazione facile e intuitivo: pensa ai bisogni di chi utilizza il tuo sito e starai pensando anche al posizionamento organico. E sarete tutti soddisfatti!

30th Dicembre 2019

Tags: , , , , ,