Video marketing: le nuove tendenze per il 2020

trend video marketing 2020

Quali saranno le nuove tendenze di video marketing del 2020? I video, ormai da diversi anni, rappresentano la tipologia di contenuto più apprezzata ed efficace in ambito content marketing. Il mercato dei video, però, è tutt’altro che statico, ma, anzi, è in continuo mutamento e detta nuovi trend che è fondamentale conoscere per restare sulla cresta dell’onda. Ecco quali sono quelli dell’anno appena iniziato.

LEGGI ANCHE: Nuove piattaforme e social media trends 2020: cosa sapere

Google AdWords indica la via

Le campagne a pagamento Google AdWords saranno sempre più incentrate sui contenuti video. Le reti display e le promozioni su YouTube, secondo gli analisti di settore, saranno i canali da battere per raggiungere i risultati migliori in termini di investimenti PPC. Meglio farsi trovare preparati e iniziare a realizzare i propri video brand fin da subito. Va ricordato che YouTube resta, ad oggi, il secondo motore di ricerca più utilizzato al mondo dopo il suo ‘papà’ Google.

Contenuti personalizzati

Ormai è da diversi anni che, in ambito content editing emerge chiarissima una tendenza: i contenuti personalizzati sono quelli che ottengono le migliori risposte da parte del pubblico. In alcuni casi, essi rappresentano persino l’unica tipologia di contenuto capace di catturare l’attenzione degli utenti. La tendenza è ormai matura per essere traslata anche nel comparto dell’editing video: i video personalizzati saranno la risorsa in grado di fare davvero la differenza da qui ai prossimi anni!

Video a 360 gradi

Le tecnologie di video making progrediscono rapidamente e la nuova – più o meno – frontiera è rappresentata dai video a 360 gradi o video panoramici, che permettono all’utente di interagire con la clip, di scegliere la prospettiva, di osservare in modo totale il contesto in cui il video si ambienta. È parere condiviso da ben il 98% degli utenti (dati Advrtas) che questa tipologia di video sia più interessante rispetto a quella tradizionale. Una risorsa consigliatissima per offrire agli utenti un’esperienza immersiva dei propri prodotti aziendali, molto indicata per le strutture ricettive e della ristorazione.

I video live

I video pubblicati in diretta sono stati un trend di massimo interesse nel corso del 2019. La tendenza non si arresterà neppure nel 2020: i live restano apprezzatissimi soprattutto in ambito social, tramite Facebook o Instagram, e sono uno strumento altamente consigliato per attività di branding, ottimi per consolidare i rapporti con la propria fan base. L’importante è che non affidarsi con troppa sicurezza alla propria capacità di improvvisazione: diretta sì, ma pianificata in anticipo.

LEGGI ANCHE: Video commercial: come ideare e creare lo storyboard

Qual è la durata ideale?

Quanto dovrebbe durare un video? Qual è la sua durata ideale? La domanda non ha mai trovato una risposta univoca. Certamente, però, possiamo affermare che le clip di breve durata, quelle che si attestano intorno ai 5 minuti (al massimo), sono state le più ambite fino ad ora. Nel 2020, però, non è da escludere un’inversione di tendenza. I video di durata maggiore, compresi tra gli 8 e i 12 minuti, potrebbero ora iniziare a dimostrare livelli di coinvolgimento maggiore, anche in virtù di una loro minore diffusione rispetto a quelli brevi. Come sempre, però, ogni video segue una propria logica dettata anche dal canale che lo accoglie, dal pubblico cui è diretto e dall’intento che si pone.

10th Febbraio 2020

Tags: , , , , , ,