La “comunicazione in parallelo” e il “mondo realvirtuale”

Posted by Marta Stancampiano in magazine

Oggi, parallelamente, gli individui vivono due mondi, reale e virtuale, e questi mondi, ormai, si intersecano di continuo.
Ognuno con le sue “regole”, con il suo “tempo” e i suoi “confini”, un mondo alimenta e nutre l’altro, si stimolano al cambiamento e si completano. La naturalezza degli individui nel viverli é dimostrazione e massima espressione della capacità di adattamento dell’essere umano. Due mondi completamente diversi, ma che ormai vivono e coesistono fusi l’un l’altro, grazie anche all’uso di tutti i device mobile e tutte le loro app.
Il sistema di spostamento dell’utente, fra reale e virtuale, è veloce, contemporaneo ed immediato. L’individuo è facilmente raggiungibile e, proprio per questo, diffidente e sfuggente. Basti pensare quello che è successo con le e-mail e l’invasione che ne ha determinato la totale indifferenza da parte di ognuno. Immaginiamo se la vecchia cassetta delle poste fosse ogni giorno riempita da lettere e lettere commerciali … aspetteremmo il postino per linciarlo!
Oggi servono piani strategici che coinvolgano piacevolmente l’utente e lo invitino all’azione.
Dunque, piani di “comunicazione in parallelo” basati totalmente sull’interazione tra off e on line, sia tramite dispositivi fissi che mobile, i quali in particolare offrono la possibilità di stare sempre connessi e cancellano i confini tra digital e traditional media.

Questo è il ruolo delle agenzie di comunicazione ed il valore della comunicazione oggi.
Dunque, non basta raggiungere l’utente. Si può contattare tutti, ma gli individui, da sempre, non vogliono essere violentati, invasi, ma invitati ad un’azione che possano scegliere se eseguire solo per loro indiscusso volere.
Insomma le logiche sono le stesse con cui si é evoluto il mondo, teniamolo presente!

Autore: Dario De Giacomo

26 Lug 2013 no comments