fbpx

Che cos’è un piano marketing e come strutturarlo

piano marketing

Alla base di ogni strategie di comunicazione e marketing vi è una serie di linee guida che permette di gestire a 360 gradi tutti gli step di un progetto. Tale documento viene definito piano marketing e rappresenta una risorsa fondamentale per operare in maniera mirata, senza disperdere tempo, energie e denaro.

LEGGI ANCHE: Pubblicità cartacea: gli strumenti che non passano di moda

Piano marketing: cos’è

Il piano marketing è un documento che riporta tutte le informazioni fondamentali per strutturare un percorso operativo di marketing. Esso serve a delineare in modo dettagliato e organico tutte le attività, gli strumenti, le azioni e le tempistiche adottati da un brand al fine di raggiungere i propri obiettivi di business e di comunicazione. Attraverso il piano marketing è dunque possibile organizzare, definire e controllare tutto ciò che riguarda la conduzione di una strategia, per coordinare le attività presenti e organizzare quelle future.

Come nasce un piano marketing

Il piano marketing rappresenta la sezione operativa di un business plan nella quale sono definiti i punti operativi relativi alla strategia di marketing e comunicazione. La creazione di un piano marketing prende dunque avvio dall’individuazione degli obiettivi di un marchio, in relazione ad un prodotto/servizio specifico o al brand nel suo complesso, e del pubblico di riferimento a cui si intende rivolgere le proprie campagne di promozione e comunicazione.

Come creare un piano marketing

La creazione di un piano marketing mira dunque ad articolare gli strumenti, le strategie e gli interventi attraverso cui raggiungere i propri obiettivi strategici e commerciali. Per iniziare a strutturare un piano marketing è sempre bene partire dall’individuazione dei mezzi che si intende impiegare, definendo anche le tempistiche entro cui operare e il budget a disposizione.

Dal contesto di partenza al monitoraggio

Per la definizione di un piano marketing si parte prendendo in analisi il contesto di partenza. L’analisi dello scenario prende in esame le potenzialità, le risorse e i punti di debolezza del proprio marchio, ma considera anche la presenza e le attività dei competitor, le possibili evoluzioni del mercato di riferimento, le aspettative del pubblico. Tracciato lo scenario di partenza si procede con l’individuazione degli obiettivi, non solo quelli a lungo termine, ma anche quelli da perseguire nel breve e medio periodo; è in relazione a essi che viene pianificata la strategia, selezionando gli strumenti, i canali e le linee operative da seguire. La fase successiva è quella dell’attuazione delle strategie, ovvero il momento cruciale in cui le linee guide del piano marketing trovano la loro applicazione pratica. La fase successiva (non finale) è quella del monitoraggio, durante la quale occorre verificare che gli obiettivi siano stati realmente raggiunti e, in caso contrario, attuare delle modifiche.

LEGGI ANCHE: Che cos’è il Content Marketing: tutto ciò che occorre sapere

Perché creare un piano marketing

Il piano marketing permette di schematizzare un percorso strategico fin dalla fase di partenza, riducendo al minimo il fattore improvvisazione e aiutando il marchio ad operare all’interno di un percorso definito a priori. Ogni azione di marketing deve essere inserita in un sistema razionale in cui ogni intervento trovi la propria motivazione. L’alternativa consiste nell’operare senza una direzione precisa e senza una visione d’insieme, approccio che comporta un inevitabile dispendio di tempo e soldi, per un ritorno dell’investimento al di sotto delle possibilità.

Scopri tutti i nostri servizi di web marketing!

28th Febbraio 2021

Tags: , , ,