fbpx

Come realizzare una landing page efficace e vincente

realizzare una landing page

Come realizzare una landing page efficace e vincente
Quando e come realizzare una landing page capace di trasformare i tuoi potenziali clienti in acquirenti fidelizzati. Consigli e trucchi di copywriting.
come realizzare una landing page

La landing page – letteralmente “pagina di destinazione” – è una pagina web creata appositamente per indirizzare gli utenti che cliccano su una pubblicità, un banner o un’inserzione, allo scopo di proporre un prodotto, un servizio o, in linea generale, per trattare un argomento specifico.

LEGGI ANCHE: Che cos’è il remarketing, come si fa e perché funziona

Tipi di landing page

Dal punto di vista della funzionalità, esistono due tipologie di landing page:

  • Landing Page informative: si tratta di pagine pensate con lo scopo di trasferire informazioni all’utente. Esse servono ad esempio per comunicare novità riguardo a un brand, a segnalare nuove iniziative o per comunicare un messaggio utile dal punto di vista politico e sociale.
  • Landing Page transnazionali: sono le landing page in senso stretto, quelle pensate per motivare gli utenti ad effettuare un’azione come, ad esempio, completare un acquisto, iscriversi a un sistema di newsletter, sottoscrivere un abbonamento.

Quando realizzare una landing page

La landing page, dunque, si presta a una pluralità di scopi. Il tratto che la caratterizza è però quello della sua specificità. Attraverso una pagina singola, infatti, l’utente acquisisce una serie di informazioni e recepisce messaggi che generano in lui un cambiamento (nel caso di messaggi informativi) o lo motivano a effettuare un’azione. Dunque, la landing è particolarmente indicata per perseguire un singolo obiettivo. Ad esempio essa può essere impiegata in concomitanza con una vantaggiosa promozione commerciale, per il lancio di un evento, per dare visibilità a un nuovo prodotto/servizio.

Come realizzare i testi della landing page

Andiamo dunque al cuore della questione: come scrivere una landing page efficace? Solitamente, una landing page segue una struttura tipica che consiste in una fase iniziale pensata per motivare alla lettura e introdurre un problema, spesso posto in forma interrogativa. Se, ad esempio, si vuole proporre un servizio di web marketing per le aziende, una introduzione della landing potrebbe essere del tipo: “Vuoi aumentare le tue vendite online?” Oppure “La tua azienda non è presente su Google?”.

La parte successiva viene utilizzata per fornire informazioni sull’azienda e/o sul servizio/prodotto offerto, quindi segue la parte in cui si spiegano i vantaggi derivanti dall’acquisto del servizio/prodotto. Solitamente, questa fase è anche seguita dall’enunciazione di un elenco di vantaggi (spese di spedizione incluse, un’offerta a tempo, la possibilità di una prova gratuita, ecc.) Infine, viene inserita la call to action, che rappresenta il momento decisivo: a quel punto, l’utente ha acquisito tutte le informazioni utili e, se adeguatamente convinto, procederà all’acquisto, alla prenotazione o, in generale, a eseguire l’azione sperata.

LEGGI ANCHE: Tendenze web marketing 2022: cosa aspettarci il prossimo anno

Come promuovere la landing page

La landing page rappresenta il punto di arrivo di un percorso di digital marketing. Gli utenti giungono alla pagina di destinazione dopo aver cliccato su una pubblicità, la quale a sua volta viene sponsorizzata in diverse modalità: Google AdWords, Facebook Ads, inserzioni su Instagram, banner su siti di settore, email marketing, ecc. La landing deve dunque essere sorretta da un sistema di promozione atto a dare visibilità al contenuto presso un pubblico potenzialmente interessato. Da sola, la landing page difficilmente genera risultati soddisfacenti, ma se invece viene promossa adeguatamente, può risultare uno strumento potentissimo per il successo di una campagna di marketing online!

Scopri tutti i nostri servizi marketing automation!

18th Ottobre 2021

Tags: , , , , ,