fbpx

Reputation Manager: di cosa si occupa e come diventarlo

reputation manager cosa fa

La figura del reputation manager è poco nota, se la confrontiamo ad altri prospetti professionali del web, ma può rivelarsi un personaggio chiave nella definizione dell’immagine di un brand e per la sua corretta comunicazione verso il pubblico. Il reputation manager, infatti, è colui che si occupa di tutelare e migliorare l’immagine di un brand online, attivando strumenti e strategie in tale direzione.

LEGGI ANCHE: Tool per rassegna stampa: come sapere cosa dicono di te

Reputation manager: un professionista del digitale

La figura del reputation manager è emersa parallelamente allo sviluppo delle nuove tecnologie di rete. La brand reputation di aziende, associazioni e personaggi pubblici, infatti, ha assunto un ruolo ancor più determinante e, soprattutto, maggiormente manipolabile, parallelamente con la crescita delle tecnologie del web. Internet, è evidente, consente un dialogo diretto con il pubblico, offre la possibilità di sviluppare una comunicazione bidirezionale tra marca e azienda e permette alla prima di proporre contenuti
differenziati, personalizzati e mirati.

L’importanza del monitoraggio

Il monitoraggio del web è il primo, fondamentale compito del reputation manager, al quale spetta l’onere di scandagliare la rete per analizzare i comportamenti e il sentiment del pubblico nei confronti di un marchio e dei suoi prodotti. A tal fine, il professionista della reputazione aziendale analizza siti web, blog, forum, social media, studia le reazioni e i commenti degli utenti, misura l’efficacia delle comunicazioni aziendali in termini quantitativi e qualitativi. Sulla base delle analisi e dei risultati che ne scaturiscono, il reputation manager studia le strategie e gli interventi funzionali al miglioramento della reputazione aziendale, individuando minacce e opportunità.

Gli strumenti del reputation manager

Come potete immaginare, il reputation manager dispone di un set di strumenti e canali molteplice e che serve al professionista per svolgere il suo lavoro e raggiungere il vero obiettivo che gli è assegnato: aumentare l’appeal di un marchio e dei suoi prodotti presso il proprio target. Per farlo, l’esperto in reputazione digitale opera su più livelli. Fondamentali sono le attività di digital pr, che comprendono sia il monitoraggio della rete e sia la produzione e diffusione di contenuti online, al fine di attirare gli utenti e aumentare la loro percezione di qualità nei confronti del marchio. Il reputation manager si occupa di individuare gli aspetti critici dell’immagine aziendale e di intervenire prontamente, ad esempio eliminando link negativi del sito aziendale, intercettando critiche e lamentele diffuse online, studiando il flusso di recensioni e commenti che gli utenti rilasciano tramite i diversi canali del web.

Intercettare i macro-trend

Il reputation manager deve dunque essere abile a comprendere il trend generale del sentiment del pubblico, in modo da avere chiaro quale sia l’immagine del marchio presso i propri utenti. Fondamentale per il reputation manager, infatti, è sviluppare una visione ampia sulla reputazione del brand e di intervenire per risolvere le criticità. Egli può riconoscere, analizzando il trend, l’insoddisfazione del pubblico in relazione a specifici aspetti della gestione aziendale, intervenendo in modo risolutivo e comunicandolo all’esterno in modo efficace.

LEGGI ANCHE: Marketing referenziale: l’importanza del passaparola

Brand reputation: skills e caratteristiche

La professione del brand reputation non si apprende attraverso uno specifico percorso di studi, ma richiede esperienze da sviluppare sul campo e attitudini temperamentali e cognitive non per tutti. Il brand reputation deve conoscere perfettamente gli strumenti del web e del digital marketing, possedere capacità analitiche, ma deve anche dimostrare sensibilità, empatia, intuito, capacità di interpretazione dei flussi. Inoltre, a tale figura si richiedono decisionismo, tempestività e senso della leadership, oltre alla capacità di gestire responsabilità di primo piano e di reggere la pressione.

Scopri tutti i nostri servizi per Comunicazione!

30th Novembre 2020

Tags: , , , , ,