Account Manager: chi è e di cosa si occupa

account manager chi è

La figura dell’account manager si è fatta largo negli ultimi anni a tutti i livelli aziendali fino a diventare, oggi, uno dei ruoli più ambiti per dinamicità, possibilità di crescita e stimoli. L’account manager non è una professione limitata alle realtà del digitale, bensì un personaggio di raccordo tra brand e clientela divenuto ormai fondamentale in qualunque attività che implichi la gestione di una relazione continuativa tra impresa e consumatore. Di cosa si occupa, precisamente, un account manager che opera in un’agenzia web?

LEGGI ANCHE: Customer care: ecco perché è una risorsa di marketing

Di cosa si occupa l’account manager

Come detto, l’account manager è la figura di raccordo tra azienda e cliente. Le mansioni dell’account, all’interno di un’agenzia che muove nel comparto web e marketing, sono molteplici: egli infatti si comporta a tutti gli effetti come un direttore commerciale, cura la soddisfazione del committente e si fa portavoce delle sue esigenze presso i tecnici. Non solo, l’account manager svolge anche una funzione di rappresentanza e, non di rado, è chiamato ad essere il volto pubblico del marchio per cui lavora, rapportandosi con la stampa o in occasioni formali. Inolre, l’account deve possedere competenze specifiche che gli consentano di svolgere anche un’attività consulenziale, fornendo consigli, suggerimenti e indicazioni sulla gestione dei progetti.

L’angelo custode del cliente

Il ruolo di ‘ponte’ tra clientela e azienda resta quello principale che l’account manager è chiamato a svolgere. I clienti lo contattano per esprimere dubbi, richieste o per qualunque motivo possano pensare di avere bisogno di un referente. L’account si fa carico delle perplessità, delle lamentele e dei cambi di umore dell’acquirente, prendendo in consegna ogni rimostranza. Per tale ragione, l’account manager ha anche un’importanza specifica nel processo di fidelizzazione aziendale, presentandosi a tutti gli effetti come un’estensione dell’azienda stessa.

Qualità trasversali e gestione delle emozioni

Le skills richieste all’account manager hanno dunque molto a che fare soprattutto con qualità temperamentali oltre che tecniche. In ambito web, è essenziale che egli padroneggi i concetti fondamentali del web design, del web marketing e della comunicazione aziendale, ma al contempo deve saper gestire l’ansia dei clienti e non lasciarsi scalfire dalle incertezze di questi ultimi. L’account manager è in grado di tenere sotto controllo gli impulsi e di sviluppare significative abilità linguistiche e di project management, dimostandosi sempre pronto a trovare soluzioni a problemi posti in essere dal committente.

LEGGI ANCHE: Chi è il brand ambassador e perché può fare la differenze per le aziende

Come diventare account manager

Appare evidente come l’esperienza risulti essere un aspetto fondamentale nello svolgimento di un lavoro come quello dell’account manager. Si tratta di una figura che, inizialmente, era facilmente confusa con quella del commerciale. A differenza di quest’ultimo, però, il compito dell’account manager non si esaurisce alla firma del contratto. Come quasi sempre in ambito delle professioni digitali, non esiste un unico percorso di studi né possiamo delinearne uno più adatto di altri. Per diventare account manager occorre possedere attitudine per il problem solving e il multitasking, una dialettica d’impatto, qualità empatiche e di comprensione.

21st Luglio 2020

Tags: , ,