fbpx

Xing: l’alternativa a LinkedIn che non tutti conoscono

che cos’è Xing

Il mondo del lavoro e quello dei social media si intrecciano in modo sempre più frequente: portali di ricerca lavoro, piattaforme di incontro tra lavoratori e aziende, siti per la pubblicazione del curriculum online e, ovviamente, LinkedIn. Eppure, a dispetto di quanto in moltissimi credono, quello non è l’unico social dedicato al mondo del lavoro: vi spieghiamo che cos’è e come funziona Xing, l’alternativa asiatica per cercare lavoro e professionisti.

LEGGI ANCHE: Come fare marketing su LinkedIn per promuovere la tua azienda

Che cos’è Xing

Il social network dedicato ai professionisti Xing nasce nel 2003, creato e lanciato dalla società XING AG, con l’obiettivo di mettere a disposizione di aziende e lavoratori un punto di incontro online. Si tratta dunque di una piattaforma che favorisce la creazione di reti sociali nel mondo del lavoro, agevolando la ricerca di occupazione da parte del professionista e di nuove risorse per le imprese. Ad oggi, Xing è disponibile in sedici lingue, tra cui l’italiano.

A cosa serve Xing

Come detto, Xing è una rete professionale che consente ai propri contatti di stringere relazioni e di mantenerle nel corso del tempo. Gli obiettivi fondamentali della piattaforma asiatica sono riassumibili in 4 punti:

  • Creare e consolidare rapporti professionali
  • Individuare nuove opportunità lavorative
  • Trovare partner commerciali
  • Proporsi su nuovi mercati (sia come azienda che come professionista)

Creare il proprio profilo

Il primo step, completata la procedura d’iscrizione, consiste nella creazione del proprio profilo. Chiaramente, più un profilo è completo e ricco di informazioni utili e maggiore sarà la sua attrattività. Bisogna specificare le proprie esperienze professionali ed esplicitare ciò che si cerca e ciò che si offre (anche in relazione al fatto che il profilo può riguardare un professionista o un’azienda). Le informazioni inserite sono disponibili per la community secondo un sistema basato su diversi livelli di privacy che è il titolare del profilo a stabilire.

I gruppi di Xing

Un punto di forza di Xing è certamente rappresentato dai gruppi, spazi virtuali dedicati al confronto su temi di natura professionale. I gruppi possono essere organizzati sia secondo una logica prettamente tematica e sia seguendo un ordine basato sulla località. La seconda opzione, chiaramente, viene promossa per facilitare la conoscenza e l’incontro tra realtà e professionisti che condividono gli stessi spazi e che possono avere interesse a incontrarsi anche nello spazio fisico.

LEGGI ANCHE: Smart Working: tutti gli strumenti per lavorare da casa

Punti di forza di Xing

Sono soprattutto due i punti di forza di Xing: la sicurezza e l’internazionalità.

Trattandosi di una società quotata in borsa, infatti, la società è sottoposta a forti vincoli relativi al rispetto della privacy e alla gestione dei dati sensibili, assicurando massima protezione per gli utenti attivi.

Come detto, Xing è presente in 16 lingue: ciò permette alla piattaforma di coprire circa il 40% della popolazione mondiale, fattore che lo rende un eccellente mezzo per farsi conoscere su scala globale e senza alcuna restrizione geografica.

Scopri tutti i nostri servizi social!

2nd Agosto 2021

Tags: , , ,