fbpx

5 Piattaforme di videoconferenza a confronto: quale scegliere

migliori piattaforme di videoconferenza

In seguito al lockdown imposto dal Covid-19, si è reso necessario organizzare incontri, meeting e conferenze attraverso il web. In realtà, le piattaforme di videoconferenza hanno sempre rappresentato una risorsa eccellente in ambito lavorativo, per coordinare task da remoto e velocizzare (o rendere possibili) i rapporti professionali basati sul co-working o organizzare eventi virtuali. Mai come in questo periodo, però, le videoconferenze si sono rese imprescindibili. Diventa necessario, dunque, comprendere a fondo quali risorse siano a disposizione delle aziende e quali vantaggi e svantaggi offrano. Ecco la lista delle 5 migliori piattaforme di videoconferenza.

LEGGI ANCHE: Come organizzare un evento online in 5 passi

1. Microsoft Teams

Microsoft Teams è il sistema di videoconferenza di proprietà Microsoft e incluso nella suite di Office 365, attraverso la quale è possibile gestire, in un unico profilo, non solo le videochiamate, ma anche meeting, messaggistica istantanea, condivisione collaborativa di file. Il sistema Teams è pensato per una connessione in mobilità ed è stato sviluppato per facilitare in tutti i modi possibili la connessione e la collaborazione a distanza. Esso consente l’inserimento di sottotitoli, per agevolare le videoconferenze tra utenti di più nazionalità e, grazie a una tecnologia che si serve del browser web, permette a utenti che impiegano altri sistemi di videochiamata di connettersi alla chiamata virtuale, senza dover creare un proprio profilo Teams. Altro punto di forza di Teams sta nella possibilità di includere fino a 10.000 partecipanti.

2. Google Hangouts Meet

Google Hangouts Meet è la risposta di Google ai suoi competitor nel comparto videoconferenze e webinar. Il sistema, gratuito per i possessori di un account G-suite, è pensato per funzionare sul browser di navigazione Google Chrome, sebbene sia possibile utilizzarlo, con funzionalità limitate, anche attraverso Internet Explorer 11. In mobilità, Meet funziona correttamente su dispositivi Android e iOs. Riguardo le videochiamate, la piattaforma presente limitazioni di 100 partecipanti per G Suite Basic, 150 per le aziende e 250 per le imprese. Ciò lo rende un ottimo strumento per videochiamate, ma scarsamente efficace per l’organizzazione di eventi online come ad esempio le videoconferenze e webinar destinati a una vasta platea.

3. Cisco Webex Meetings

Cisco Webex Meetings è il sistema elaborato da Cisco per permettere l’organizzazione di eventi e incontri online. Si tratta di una piattaforma molto usata soprattutto in ambito aziendale, anche ad altissimi livelli, grazie a una serie di funzionalità utili a ottimizzare l’esperienza di incontro virtuale. Webex assicura un’altissima risoluzione del video e la funzione di evidenziazione dell’utente che prende la parola, rendendo così più fruibile il confronto tra i partecipanti. In periodo di quarantena, Cisco ha messo la propria piattaforma a disposizione per la DAD (Didattica a Distanza), implementando anche nuove funzioni in quella direzione.

4. Zoom

Zoom è il programma di videotelefonia digitale messo in piedi dalla società Zoom Video Communications. Oltre al servizio di videochiamata tra partecipanti, Zoom offre anche un ottimo sistema per l’organizzazione di webinar, grazie alla modalità view-only, che consente fino a mille partecipanti di partecipare in qualità di auditori. Un altro punto di forza della piattaforma sta nell’essenzialità della sua grafica, che la rende estremamente semplice da impiegare anche per i meno avvezzi a tali tecnologie.

LEGGI ANCHE: Facebook Video Party: come funzionano e a cosa servono

5. Workplace for Facebook

Un colosso come Facebook non poteva mancare di dare il suo contributo in un settore così in crescita come quello dei servizi di videotelefonia online. La piattaforma Workplace for Facebook è stata implementata a partire dal 2017 con lo scopo di riproporre anche per le aziende il servizio di video-connessione tra utenti già presente nella versione standard del social. Il principale scopo del sistema è quello di offrire un valido strumento di organizzazione interaziendale, connettendo mediante gruppi creati appositamente i membri di uno o più team di lavoro, anche quelli che operano in sedi distaccate. Workplace consente dunque di creare gruppi di lavoro e di sincronizzare i calendari degli utenti in caso di riunioni, eventi o altre esigenze aziendali. Inoltre, la piattaforma funziona in modo agevole anche nella versione mobile.

Scopri tutti i nostri servizi di Eventi digital!

1st Febbraio 2021

Tags: , , , , ,