fbpx

Store manager: chi è, di cosa si occupa, come diventarlo

store manager cosa fa

In ambito retail, lo store manager è una delle figure di vertice e personaggio chiave per le sorti di un’attività di vendita al dettaglio. Si tratta, infatti, del responsabile di negozio, il professionista che amministra e gestisce gli aspetti organizzativo, strategico, commerciale e operativo all’interno di un esercizio di vendita in ambito B2C. Ma cosa fa nello specifico lo store manager, quali sono le sue competenze e come si fa a diventarlo?

LEGGI ANCHE: Reputation Manager: di cosa si occupa e come diventarlo

Store manager: le sue responsabilità

Lo store manager gestisce il negozio a 360 gradi, occupandosi di tutti gli aspetti relativi alla sua amministrazione. Il responsabile di negozio stabilisce le strategie commerciali e si impegna ad adottare soluzioni che permettano al negozio di raggiungere gli obiettivi prefissati. Lo store manager è il punto di riferimento per il personale, gestisce la forza lavoro sotto ogni punto di vista, selezionando le figure professionali di cui l’attività necessita e il numero di dipendenti utili a garantire la corretta gestione dell’attività. Ciò significa che è compito dello store manager analizzare i dati commerciali, interpretarli ed elaborare nuove strategie di gestione e vendita per ottimizzare i processi. Inoltre, il responsabile di negozio svolge una fondamentale attività di supervisione di tutti i processi aziendali, dal rapporto con i fornitori a quello con gli utenti finali. Compito dello store manager è anche quello di gestire le giacenze di magazzino, gli ordini ai fornitori e il catalogo del negozio.

Store manager: figura di raccordo

La figura dello store manager è la più importante tra quelle che operano quotidianamente all’interno di una struttura commerciale al dettaglio. Spesso, il professionista dello store è posto a capo di una divisione o di uno store appartenente a una catena di attività o a un franchising, svolgendo dunque anche la funzione di raccordo tra il comparto operativo e la proprietà (o la dirigenza), rendicontando l’amministrazione centrale in relazione a vendita, fatturato, gestione dell’attività e ogni altro aspetto rilevante del business che dirige.

Lo store manager e le strategie di marketing

Infine, lo store manager è anche colui che elabora, monitora e gestisce le strategie di comunicazione e marketing dello store. Egli elabora interventi di promozione online e offline, definisce budget, strumenti e attività finalizzati alla vendita e si occupa di ottimizzare i processi di customer care, con l’obiettivo di mantenere o incrementare i volumi di vendite.

LEGGI ANCHE: Brand Extension: che cos’è e come gestirla

Store manager: skills e come diventarlo

Certamente, lo store manager deve dimostrare competenze e attitudini trasversali. Dal punto di vista tecnico, egli deve dimostrare capacità analitiche e di interpretazione dei dati, accostando alle abilità di ragionamento quelle di gestione e di elaborazione di nuove soluzioni strategiche. Lo store manager è competente di marketing, data analysis, gestione dei processi e del personale, sa fare fronte a momenti di crisi e di difficoltà dimostrando freddezza e capacità di gestire ansia e stress. Non esiste un percorso di studi univoco per questa figura, che solitamente parte da una base teorica in economia, marketing o risorse umane, raggiungendo il ruolo di store manager attraverso una trafila interna nel negozio.

Scopri tutti i nostri servizi per Logo e Brand Identity!

10th Dicembre 2020

Tags: , , , , ,