Comunicazione integrata: che cos’è e come attuarla

comunicazione integrata

La comunicazione aziendale odierna scorre lungo canali e strumenti straordinariamente vasti, vari e differenti fra loro. Qualunque brand deve quindi essere in grado di sviluppare una propria strategia di comunicazione coordinata che sia in grado di tenere conto, da un lato, delle specificità di ogni mezzo impiegato e del pubblico di riferimento e, dall’altra, dell’identità del marchio, dei suoi valori e dei suoi coerenti tratti distintivi.

LEGGI ANCHE: Brand Extension: che cos’è e come gestirla

Che cos’è la comunicazione integrata

La comunicazione integrata passa attraverso un concetto fondamentale: l’importanza di raccontare i tratti differenzianti di un marchio e dei suoi prodotti. Per perseguire lo scopo esistono molteplici possibilità e mezzi. Nel lungo periodo, una comunicazione integrata ben strutturata mira a fidelizzare il proprio pubblico e a creare nuovi contatti. Per tale motivo, si tratta di sviluppare un sistema di marketing capace di personalizzare la propria offerta in relazione allo specifico utente: un approccio che non può prescindere dall’aspetto comunicativo. Ok, ma come? Ovviamente, attraverso un utilizzo a 360 gradi dei mezzi di comunicazione attualmente disponibili, online e offline, in coerenza con l’immagine aziendale.

I mezzi di comunicazione e il loro utilizzo

Nello specifico, quando parliamo di mezzi di comunicazione occorre essere precisi. Mai come la società contemporanea, infatti, è in grado di proporre una pluralità di strumenti e di soluzioni, ognuno dei quali possiede proprie caratteristiche specifiche e di cui bisogna tenere conto. I mezzi a disposizione delle aziende sono quelli del social media marketing, dei banner, delle affiliazioni, delle digital Pr, della SEO, ma non solo. Non vanno trascurate soluzioni quali il marketing diretto, le promozioni tramite pubblicità cartacea, televisiva e radiofonica.

Il giusto mezzo, il giusto utente

Ogni piattaforma, ogni strumento, ogni approccio possiede peculiarità e offre particolari vantaggi. E ogni mezzo possiede un proprio codice, un proprio modo di essere utilizzato, un tipo di linguaggio. Inoltre, non si può prescindere dal considerare che i mezzi di comunicazione si rivolgono a pubblici disomogenei fra loro: ad esempio alcune piattaforme sono utilizzate maggiormente da un target giovane, altre da un’utenza di mezza età, ecc. L’azienda o l’agenzia che sviluppa la comunicazione integrata non può trascurare tale aspetto. Ogni tipologia di messaggio richiede di essere adattata alla struttura del mezzo impiegato per diffonderla e al pubblico cui è destinata.

LEGGI ANCHE: Marketing sociale: come influenzare i comportamenti individuali

…E in coerenza con l’identità

Forse la vera difficoltà di una comunicazione integrata sta nell’abilità di adattare ogni comunicazione al mezzo che la accoglie, riuscendo però a non perdere di vista la coerenza di brand. In pratica, ogni contenuto aziendale è simile agli altri per stile e tono di voce, ma differente per struttura, lunghezza e modalità di divulgazione.

10th Agosto 2020

Tags: , , ,