fbpx

Rebranding: che cos’è, come e quando farlo

cos'è Rebranding

La parola Rebranding fa riferimento al processo di ricollocamento di un prodotto, una linea di prodotti o un intero marchio all’interno del proprio mercato di riferimento. L’attività può tradursi in una riconfigurazione totale dell’immagine del brand – nome, logo, colori aziendali, ecc- – o nella trasformazione di alcuni elementi specifici della strategia di comunicazione e vendita. Evidentemente, dunque, il rebranding mira a modificare l’approccio strategico di ed è consigliabile solo in determinati casi e, ad ogni modo, deve essere gestito con lucidità e consapevolezza dei rischi.

LEGGI ANCHE: Payoff aziendale: che cos’è e caratteristiche

Rebranding del marchio: una nuova identità

Attraverso un percorso di rebranding, dunque, un marchio si colloca nuovamente sul mercato con una nuova veste e un diverso concept grafico ed espressivo. Realizzare una nuova immagine aziendale, come facilmente intuibile, è un processo complesso e non privo di ostacoli che devono essere previsti e gestiti in anticipo. Trasformare l’immagine di un’azienda, infatti, significa principalmente cercare di cambiare il modo in cui l’utenza percepisce un determinato brand o prodotto, rompere idee consolidate nella mente del pubblico, riscrivere la storia presente e futura di un’azienda. Dunque, prima di ogni altra cosa, bisogna calcolare i rischi e le opportunità e valutare se e in che misura valga la pena affrontare un’impresa simile.

Sono diverse le ragioni per cui un’azienda può decidere di riconfigurare la propria immagine pubblica. Chiaramente, alla base c’è il desiderio di dare una nuova direzione al progetto aziendale: ciò può tradursi nella scelta di aggredire un nuovo target, di modificare la propria offerta di prodotti o, in modo meno strutturale, nella volontà di modificare l’approccio comunicativo dei propri prodotti, puntando su nuove leve emotive e visuali che possano aumentare l’appeal del marchio.

Rebranding totale e Rebranding parziale

A seconda che un marchio scelga di modificare la propria immagine in modo sostanziale o solo in alcuni aspetti, si parla di rebranding totale e di rebranding parziale. Nel primo caso, l’azienda trasforma alcuni elementi cruciali dell’identità del marchio o del prodotto, come ad esempio il logo, il target, l’approccio comunicativo o persino il nome. Solitamente, tale operazione è volta a intercettare nuovi segmenti di mercato o a introdurre una nuova modalità di percezione dei prodotti. Con il rebranding parziale, l’identità vera e propria del marchio o del prodotto non viene rivoluzionata, ma solo modificata al fine di aumentare la sua attrattività. Ad esempio, si possono individuare nuove modalità di promozione, un diverso tipo di messaggio o una nuova collocazione del prodotto nelle modalità d’utilizzo.

Cambio evolutivo e cambio rivoluzionario

Un’azienda può scegliere di avviare un percorso di cambiamenti graduali e misurati nel corso del tempo. Ad esempio vengono modificati i colori aziendali, si avvia il restyling del logo, viene lanciato un nuovo payoff aziendale; il percorso in questo caso viene definito evolutivo poiché mira a una trasformazione del marchio da raggiungere step by step, senza scombussolare totalmente i piani aziendali. Quando invece si sceglie per un rebranding totale, che includa ogni aspetto comunicativo e commerciale del prodotto e persino il naming del marchio, si parla di cambio rivoluzionario.

LEGGI ANCHE: Buyer Persona: che cos’è e come identificarla

Le ragioni del rebranding

Dunque, il rebranding è una soluzione concreta che permette di dare una nuova direzione commerciale a un marchio/prodotto. All’interno di questa macro-motivazione, però, occorre individuarne di più specifiche. Vediamo quali sono le principali ragioni per cui una realtà commerciale può valutare di avviare un rebranding:

  • Aumentare le modalità d’uso dei suoi prodotti o individuarne di nuove
  • Intercettare nuove tipologie di pubblico
  • Svecchiare l’immagine dei prodotti e renderli più affini alla contemporaneità
  • Penetrare nuovi mercati
  • Differenziarsi dalla concorrenza

Scopri tutti i nostri servizi di Comunicazione!

23rd Novembre 2021

Tags: , , , ,