Che cos’è il Content Marketing: tutto ciò che occorre sapere

che cos'è il content marketing

Il content marketing è il ramo del marketing che si occupa di elaborare strategie di ideazione, realizzazione e distribuzione di contenuti di valore, al fine di consolidare l’immagine di un brand e di aumentare appeal e conoscenza dei suoi prodotti e servizi. Quando si parla di contenuti si intende ogni tipologia di elemento testuale, visuale o audio sviluppato e diffuso per conto del marchio e che si pone l’obiettivo di informare, intrattenere e divertire. L’intento finale di ogni strategia di content marketing è quello di rafforzare la brand image dell’azienda e, in ultimo, generare un aumento delle vendite.

LEGGI ANCHE: Strumenti di web marketing: guida per imprenditori principianti

Strategia di content marketing: la pianificazione

Una delle peculiarità del content marketing sta nell’impossibilità di standardizzare le operazioni: ogni strategia è differente da un’altra perché è sviluppata in coerenza con l’identità del brand, il pubblico a cui si riferisce, le specificità e i tratti differenzianti dei prodotti/servizi offerti, i canali e gli strumenti utilizzati. Ciò significa che preliminarmente occorre pianificare la strategia in ogni suo aspetto. Chi dirige i lavori deve avere bene in mente – o creare da zero – la brand identity del marchio, definendo vision, mission, tone of voice e gli obiettivi a breve, medio e lungo periodo.

Gli obiettivi del content marketing

In ultima analisi, l’obiettivo del content marketing è quello di aumentare le vendite di un prodotto o, in generale, di un’azienda. Per raggiungere lo scopo, però, è necessario passare attraverso step e obiettivi intermedi. L’acquisizione e la fidelizzazione del cliente giungono solo al termine di un percorso che, attraverso la creazione di contenuti interessanti e di valore, rafforza l’immagine del marchio, ne facilita la diffusione e la riconoscibilità, aumenta l’attrattività dei prodotti offerti. In effetti, il content marketing non si limita a strutturare una comunicazione seduttiva, bensì crea relazioni durature con il proprio pubblico e definisce in modo coerente l’identità del marchio.

Quali contenuti utilizzare

Ogni atto comunicativo realizzato per conto di un brand è parte della sua strategia di content marketing. Un’azienda racconta se stessa attraverso i testi del suo sito web e delle sue newsletter, la sua comunicazione social, ma anche mediante video aziendali, immagini promozionali, musiche. Anche la scelta dei colori aziendali, del logo, del layout del proprio sito sono parte integrante della comunicazione di un marchio. Un’azienda può scegliere un approccio formale o ironico, leggero o serioso, puntare sulla professionalità o sull’umorismo e il modo in cui racconta se stessa diventa parte integrante del suo patrimonio immateriale, oltre che del suo storytelling di marca.

LEGGI ANCHE: Comunicazione integrata: che cos’è e come attuarla

Content marketing: l’importanza della coerenza

Anche nelle relazioni tra esseri umani, ognuno di noi definisce la propria identità anche attraverso il modo in cui parla, il suo lessico, i temi di cui discute, il suo abbigliamento. Ovviamente, il modo in cui comunichiamo deve essere coerente con noi stessi, con la nostra personalità e con il modo in cui le altre persone hanno imparato a conoscerci, ma anche con il contesto in cui la comunicazione si sviluppa. Con il content marketing aziendale il discorso è pressoché identico: ogni marchio comunica in coerenza con la propria identità e la propria immagine, ma anche con il mezzo di comunicazione adottato. I social media seguono logiche differenti da quelle di un sito web, di una newsletter, di un video tutorial, ecc. e di questo una strategia deve tenere conto, trovando il modo più adatto di comunicare su ogni mezzo, rispettando le logiche del medium, ma al contempo dimostrando coerenza con le strategie di brand.

7th Settembre 2020

Tags: , , ,